sei in: Home/ >Notizie

  • ESTATE
    IL MOMENTO GIUSTO PER LA MANUTENZIONE E LA REVISIONE






























  • Prodotti Martin
    Spessori metallici, laminati pelabili manualmente, anelli rettificati e fogli autoadesivi per assemblaggio


  • CONTRAFFAZIONE CUSCINETTI
    Riportiamo alcune informazioni sulla contraffazione dei cuscinetti riportate dalla stampa specializzata e non .....

IMPORTANTE - In arrivo la MANOVRA D'ESTATE, la cosiddetta TREMONTI TER

Previste forti detassazioni per gli investimenti in macchinari - Leggi per saperne di piu'

LA NUOVA LEGGE TREMONTI, STAVOLTA PUNTA SUI MACCHINARI

La nuova versione della agevolazione fiscale, sancita dal Decreto Legge 78/2009 del 1 luglio 2009, prevede la possibilità di non pagare le imposte su una parte del reddito (addirittura su tutto il reddito) e perfino di ottenere una perdita fiscale quando la detassazione supera l'imponibile.

Il testo del Decreto è il seguente:

ART.5

DETASSAZIONE DEGLI UTILI REINVESTITI IN MACCHINARI

1. E' escluso dall'imposizione sul reddito di impresa il 50 per cento del valore degli investimenti in macchinari ed apparecchiature compresi nella divisione 28 della tabella ATECO, di cui al provvedimento del Direttore dell'agenzia delle entrate del 16 novembre 2007, fatti a decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 30 giugno 2010. L'esclusione vale a decorrere dal periodo di imposta 2010.

2. I soggetti titolari di attività industriali a rischio incidenti sul lavoro, individuate ai sensi del decreto legislativo 17 agosto 1999, n°334, come modificato dal decreto legislativo 21 settembre 2005, n°238, possono usufruire degli incentivi di cui al comma 1 solo se è documentato l'adempimento degli obblighi e delle prescrizioni di cui al citato decreto.

3. L'incentivo fiscale è revocato se l'imprenditore cede a terzi o destina i beni oggetto degli investimenti a finalità estranee all'esercizio di impresa prima del secondo periodo di imposta successivo all'acquisto.

in parole povere, si prevede la variazione in diminuzione dal reddito d'impresa a decorrere dal periodo d'imposta 2010, del 50% degli investimenti in macchinari ricompresi nella sezione 28 della tabella ATECO (clicca per visualizzare la tabella).

Gli investimenti agevolabili sono quelli in beni strumentali destinati ad essere iscritti nelle immobilizzazioni e non quelli in beni merce (quindi possono concorrere sia tutte le merci acquistate per la costruzione in economia di impianti e macchinari, sia quelle utilizzate per la manutenzione straordinaria)

Titolari dell'agevolazione sono le imprese individuali, le società di persone e le società di capitali. Non sono agevolabili invece gli investimenti fatti dai professionisti.

Importante specificazione è che la detassazione riguarda solo l'imposta sul reddito, quindi IRES ed IRPEF.

Per le società di capitali il "vantaggio fiscale" risulta essere del 13,75% del valore degli investimenti, calcolato moltiplicando il 50% degli investimenti per l'aliquota IRES del 27%.

Per le imprese individuali e delle società di persone, il vantaggio va da un minimo del 11,50% fino a superare il 22%.